Come ogni neogenitore saprà il seggiolone è un ausilio indispensabile durante la crescita del bambino. In commercio se ne possono trovare svariati modelli costruiti con i materiali più disparati e provvisti di funzioni che nemmeno immagineresti, ma è necessario saper valutare il seggiolone migliore se il gioco vale la candela o se si tratta solo di caratteristiche aggiuntive per tirare su il prezzo ma che probabilmente non userai mai.

Di seguito ti suggerirò le 5 caratteristiche fondamentali di cui tenere conto durante la fase di selezione e acquisto.

1) Robustezza

Il primo parametro che devi controllare è la robustezza. La qualità dei materiali impiegati, il metodo di costruzione, la solidità della struttura, sono tutti aspetti importantissimi sui quali è bene non andare al risparmio. I materiali più comuni sono:

  • acciaio
  • alluminio
  • legno
  • plastica lavorata.

Sono tutti buoni ma alcuni sono migliori di altri, il legno ad esempio è estremamente apprezzato per la sua durabilità nel tempo, ideale per chi progetta di avere più figli e vuole riutilizzare il seggiolone in futuro. Scegli sempre prodotti made in Italy o al massimo certificati CE.

2) Stabilità

Un seggiolone bello da vedere e resistente non serve a niente se non garantisce una stabilità assoluta. Noterai fin da subito che il tuo bambino tenderà a farci sopra le acrobazie più assurde, ad arrampicarsi e a buttarcisi di peso. La stabilità è quindi un aspetto fondamentale per la sua sicurezza.

Un seggiolone ideale deve mantenere sempre l’equilibrio a prescindere dalle sollecitazioni che riceve. Controlla che sia provvisto di tappi antiscivolo o di freni qualora abbia le rotelline, non lasciare nulla al caso e se hai dubbi chiedi informazioni più dettagliate.

3) Qualità del rivestimento

Il seggiolone per tuo figlio diverrà un vero campo di battaglia. Ci rovescerà sopra il cibo, l’acqua, lo colorerà coi pennarelli, ci si rotolerà dentro, lo mordicchierà e via discorrendo. Questo ci porta quindi al terzo punto fondamentale ovvero la qualità del tessuto con cui è rivestito.

Un materiale di buona qualità deve innanzitutto essere resistente e quasi impossibile da rompere, i pezzetti di stoffa possono infatti essere ingeriti dal bambino e causargli gravi danni.

4) Lavabilità

Strettamente correlato al punto precedente, anche il quarto punto deve essere valutato attentamente. Laddove è possibile cerca sempre di scegliere seggioloni sfoderabili che possano essere lavati facilmente in lavatrice o con altri metodi, questo garantirà sempre l’igiene ottimale di cui necessita il tuo bambino.

5) Versatilità

Una caratteristica che interessa più ai genitori che ai bambini ma che può determinare la scelta di un seggiolone rispetto ad un altro. La possibilità di trasformarlo in sdraietta ad esempio è una caratteristica molto ricercata, il poterlo richiudere perché ingombri di meno, il poterlo portare in viaggio, insomma tutti quei piccoli extra che possono in qualche modo facilitarvi la vita.

Lettura consigliata: seggiolino da tavolo chicco – scopri quello adatto al tuo bambino.

Cosa ne pensi?

Secondo te bastano queste 5 caratteristiche per scegliere il seggiolone migliore per tuo figlio? Hai da aggiungere qualche altra dritta che non abbiamo citato in questo articolo? Condividi la tua esperienza di genitore nei commenti qui sotto.