Scaldabiberon: ecco tutto quello che c’è da sapere

Tra i  piccoli elettrodomestici che troviamo in commercio nel reparto prima infanzia, rivolti a tutte le neo mamme,  lo scaldabiberon elettrico è di sicuro uno dei must have, per assistere mamme e bambino nel momento delle poppate.  Nasce per supportare un altro strumento del quale abbiamo già parlato, ossia il biberon, e ne è sicuramente uno dei suoi più potenti “alleati” insieme allo sterilizzatore.

Per facilitarti la lettura di questa lunga guida, abbiamo creato per te un indice dei contenuti in modo da leggere solo gli argomenti che preferisci. Eccolo qui sotto.

Indice dei contenuti

Perchè usare uno scaldabiberon?

scaldabiberon

un esempio di scaldabiberon

Poter portare il latte alla giusta temperatura in pochi minuti, è indispensabile per il nutrimento del bambino, per questo lo scaldabiberon  è considerabile come indispensabile ai fini di un perfetto e ottimizzato processo di alimentazione del piccolo.

Soprattutto durante i pasti notturni, dove l’attesa dell’ebollizione del latte a bagnomaria e il successivo raffreddamento, rappresentano sia per la mamma (o il papà) che per il lattante un momento particolarmente delicato che dovrebbe essere affrontato con calma e serenità e invece, sfocia spesso in attimi davvero stressanti per tutta la famiglia.

Non me ne vogliano tutte le adorabili nonne d’Italia ma sicuramente in questi momenti avere uno scaldabiberon in casa, è accomunabile all’avere tra le mani una garanzia di sicurezza, considerando che il  vecchio stile modello ‘usanze della nonna’, cioè il bagnomaria, purtroppo ha numerosi limiti, primo fra tutti l’impossibilità di controllare il livello della temperatura.

Tipicamente il latte ne riemerge ad una temperatura simile alla lava ed è poi necessario soffiare, o freddare il biberon sotto l’acqua corrente e lasciarlo raffreddare un pochino, con la conseguenza facilmente immaginabile di protrarre le urla e gli strepiti del bambino.

Quindi, l’invenzione dello scaldabiberon è stata accolta con grande gioia considerato che per tutte le neo mamme era un elettrodomestico sicuramente più utile di radio e televisore.

Mebby: lo Scalda Biberon Economico e Funzionale

Finalmente l’impossibilità di allattamento al seno non ha più rappresentato una ulteriore forma di stress per le mamme impegnate nel loro nuovo ruolo, perché lo scaldabiberon ha permesso loro di organizzarsi un po’ la vita, essendo sicuramente più rapido,  programmabile, sia come orario che per la temperatura desiderata per il latte del bambino ( nei modelli più sofisticati la temperatura viene addirittura indicata in un display digitale). E il latte sarà sempre buonissimo, perfetto, né troppo calco né freddo. Meglio di così…

Utile anche in viaggio

scaldabiberon da viaggio

esempio di scaldabiberon da viaggio

Non è solo la notte ad essere la maggiore beneficiaria del sussidio dello scaldabiberon, chi ha già dei figli, o è zio/a sa perfettamente che la fame del piccolo può colpire in ogni attimo della giornata, letteralmente potrebbero scoppiare a piangere per il languorino in qualsiasi momento. Del resto, la fame è fame, di certo a lei non importa che siamo a casa  o in auto pronti per andare alla posta. Quindi che fare?

Restare barricati in casa fin quando il bambino non smette di prendere il latte di certo non è una soluzione fattibile…e anche rinunciare a qualche viaggio solo per eliminare le possibilità di pianti sconsolati in macchina è quantomeno un’ipotesi non delle migliori.

Ma niente paura in commercio esistono modelli adatti anche per i pasti fuori casa a prezzi contenutissimi, dotati di spinotto compatibile con il caricabatterie della macchina e anche quando sarai in viaggio il tuo bambino potrà avere nel modo più rapido possibile il suo latte, ovunque ti troverai. Garantendo a lui il pancino pieno e a te la tranquillità di poter affrontare le quotidianità senza eccessivi affanni o preoccupazioni.

 

Scopri qui i Migliori Scaldabiberon per Auto
della Chicco in Offerta ora

 

Esistono anche modelli portatili dotati di batteria ricaricabile o addirittura con cartucce “usa e getta” che permetteranno alla mamma di avere il biberon caldo anche se si è al parco, in tutta tranquillità senza portarsi dietro cavi cavetti e miriadi di adattatori.

Ovviamente lo scaldabiberon non è utile solo per il suo fido compagno biberon, ma alcuni modelli hanno anche un cestello o un vano per portare a temperatura pappa anche i vasetti di omogeneizzati o delle pappe pronte e per questo scopo un modello digitale è particolarmente adatto poiché scalda a vapore in maniera uniforme e si spegne da solo evitando il surriscaldamento e il conseguente schizzare ovunque della pappa in ebollizione!

 

 

Scopri qui i Migliori Scaldabiberon Digitali
della Chicco in Offerta ora

 

Leggere sempre le istruzioni…

esempio di scaldabiberon chicco con istruzioni

esempio di scaldabiberon chicco con istruzioni

Lo scaldabiberon è un piccolo elettrodomestico e come tale non necessita certo di grandi conoscenze in fatto di elettronica o nuove tecnologie, sebbene in commercio se ne trovino di ogni foggia e alcuni ( soprattutto quelli più costosi) sembrerebbero complicatissimi da usare, è un valido aiutante che già da molti anni è presente nelle case di genitori e nonni.

Ma non per questo possiamo acquistare il primo modello che ci capiti sotto gli occhi, dobbiamo tenere sempre presente quali siano le nostre effettive necessità e dobbiamo tenere conto di alcuni dettagli prima di acquistarne uno.

Non che i prezzi per questo elettrodomestico siano particolarmente elevati, ma fare un acquisto che poi si rivela inutile, magari perché abbiamo preso un modello non compatibile con i nostri biberon, sarebbe se non altro un fastidio.

Fortunatamente online è possibile reperire delle copie dei libretti di istruzioni dei modelli più venduti e sarebbe sempre bene consultarli prima di procedere all’acquisto del nostro scaldabiberon non importa se abbiamo scelto di comprare un modello portatile, da viaggio o digitale.

Intanto ti forniamo un piccolo vademecum di istruzioni standard che sarebbe sempre bene tenere a mente e che più o meno valgono in linea generale per tutti i modelli presenti sul mercato. Ovviamente non sostituirà il vero e proprio opuscolo di istruzioni o il consiglio di un commesso esperto, ma ti darà comunque un’idea sulle domande da porti per scegliere il modello che più si adatta alle tue esigenze.

  • Prima di acquistare uno scaldabiberon controlla le misure del vano contenitore. Non tutti sono compatibili tra le varie marche di biberon.

  • Scegli un modello che ti permetta di programmare la temperatura e che sia predisposto ad emettere un segnale acustico per avvertirti della fine del processo di riscaldamento.

  • Se possibile acquistare un modello con auto-spegnimento incorporato, per evitare che nella fretta lo scaldabiberon resti acceso e si “cuocia” il vano riscaldante.

  • Altro fattore fondamentale è la velocità di riscaldamento. Riuscire a scaldare il latte nel più breve tempo possibile ti risparmierà a te e ai bambini lunghe e interminabili attese.

 

Leggi anche: Scaldabiberon Chicco: leggi qui una guida approfondita

 

Ecco i migliori scaldabiberon di cui abbiamo parlato in questa guida